Il Circolo PD / Gruppo Consiliare

CRONACHE DAL CONSIGLIO COMUNALE del 30 giugno 2022

Il Consiglio ha avuto inizio con ritardo, numerose le assenze dei consiglieri di maggioranza che non avrebbero garantito il numero legale in caso di mancata presenza delle minoranze (la legalità della seduta richiede un quorum di 8 consiglieri più il sindaco). o.d.g. 1 - COMUNICAZIONI Il Sindaco ha iniziato la seduta con il consueto fuori programma delle premiazioni di alcuni cittadini ed attività. Ha premiato il concittadino Oscar Silvestrelli, generale di Brigata della Polizia Penitenziaria, e alcuni titolari di esercizi per il lungo periodo della loro attività: la sig.ra Girardi del Cherubino, l’immobiliare Fiorente, L’Oasi, e l’immobiliare Riva. Quindi il sindaco,

L’isolamento degli anziani continua anche dopo il Covid

“E’ una vergogna che non ci sia più una struttura aggregante nel comune di Cadoneghe! Cosa deve fare un anziano? Andare in osteria come una volta?”. Così s i è espresso uno dei cittadini che si sono recati all’appuntamento nell’area del Centro Anziani “Altiero Spinelli”, in via Leopardi a Mejaniga, con i consiglieri del Partito Democratico, Lucia Vettore ed Enrico Nania. Si è trattato del secondo di una serie di incontri che i consiglieri stanno dedicando all’ascolto dei cittadini in varie zone del paese. Dato il luogo scelto, il gruppo più numeroso di cittadini era composto da frequentatori ed utenti

Cronache dal Consiglio comunale del 28 dicembre 2021

La seduta del consiglio comunale è stata caratterizzata da un fuori programma sulle attività del 2021 che ha impegnato l’adunanza consiliare dalle 20.30 fino ad oltre le 22, senza alcuna motivazione per gli interventi che non erano previsti né collegati ad alcun punto all’ordine del giorno. In questo modo la discussione dell’ordine del giorno sulle organizzazioni ispirate al fascismo, sottoscritto da tutti i sei consiglieri di minoranza, è iniziata molto tardi. 1 – Comunicazioni Il sindaco comunica i dati relativi alla situazione dei contagi Covid che si sta aggravando, riferendo che a Cadoneghe ci sono stati 13 nuovi casi, per un

Prima della paralisi della Strada Regionale 308

“Io so con certezza che la Nuova Strada Regionale del Santo che inauguriamo potrà essere a quattro corsie, anziché con le due attuali”. Nella cronaca del 25 marzo 2011 i quotidiani veneti riferiscono la certezza dell’assessore regionale Renato Chisso. Dieci anni dopo, le corsie della Regionale 308 sono sempre le stesse (due) e sempre lo stesso è il presidente della Regione (Luca Zaia) che dopo aver ascoltato il suo assessore Chisso aveva inaugurato il completamento della Regionale del Santo con l’apertura del tratto da Resana a Castelfranco. Compie, dunque, appena 10 anni la “308”. Li porta però molto male, perché

Le 100 telecamere sono sempre al futuro

L’attuale amministrazione comunale di Cadoneghe mostra di dare molta importanza alla sicurezza del territorio e abbiamo sentito proclamare dal sindaco in molte occasioni che avrebbero installato in tutto il territorio telecamere moderne e tecnicamente avanzate per controllare le vie di accesso e uscita dal Comune e tutti i punti sensibili come isole ecologiche, piazze e parchi dove possono verificarsi episodi di illegalità. Nel corso del Consiglio comunale del 29.9.2020, ad oltre un anno dalle elezioni, veniva quindi approvato un nuovo regolamento per la videosorveglianza, in precedenza affidata all’Unione dei Comuni del Medio Brenta subito soppressa. Durante la discussione il sindaco annunciava