Il Circolo PD / Elezioni 2019

Il PD di Cadoneghe replica a Savio e Gastaldon

In merito ai risultati elettorali che hanno consegnato Cadoneghe alla Lega, leggiamo le sconcertanti dichiarazioni di importanti ex-dirigenti del PD con un misto di stupore e indignazione per le palesi distorsioni della realtà dei fatti. Sia Alberto Savio, già segretario del PD, che Mirco Gastaldon, già vicesindaco nell'amministrazione Schiavo, si rifanno vivi in questi giorni per imputare la sconfitta di Michele Schiavo in primo luogo al sindaco uscente stesso e al gruppo dirigente  che lo ha sostenuto, cioè la maggioranza  del Partito Democratico. Il gruppo dirigente non avrebbe “tenuto l'orecchio a terra” e non avrebbe compreso la grande voglia di

Agli elettori del Partito Democratico

Un doveroso grazie a tutti per la fiducia data al Partito Democratico. Oggi siamo qui a ringraziare anche Michele Schiavo e la sua squadra per il risultato ottenuto. Una squadra rinnovata al 70% per dare continuità e innovazione per continuare insieme lo sviluppo di questo paese. Una squadra coadiuvata anche da altre formazioni civiche che hanno creduto nell’impegno, nella dedizione al lavoro e nell’onestà di Michele Schiavo. Costruire e governare un paese non è facile e i nostri elettori lo sanno. Ci vuole fermezza, capacità, ponderazione, buona volontà e senso civico del dovere. Tutte qualità che il nostro candidato sindaco Michele Schiavo ha

Michele Schiavo, il testamento morale del sindaco uscente

Cadoneghe, 23.05.2019 – Dopo gli ultimi incontri tra i candidati sindaci, dopo diverse vicende che mi hanno giustamente chiamato in causa in qualità di sindaco uscente del Comune di Cadoneghe, sento il dovere morale di lasciare ai miei concittadini, comunque vadano queste elezioni, una sorta di testamento morale, per fare chiarezza su alcuni punti fondamentali. Il doppio mandato. Ho ricevuto da più parti richiesta di rassicurazioni, poiché sembra che qualche candidato abbia giocato sulla non conoscenza delle normative vigenti da parte dei cittadini. Il solo fatto che compaia tra i candidati sindaci dovrebbe quantomeno far riflettere sulla fattibilità, qualora abbia